header - banner5

vis

A partire dal 5 settembre 2013 il  Consolato Generale d’Italia a Rio de Janeiro inizierà ad utilizzare il Sistema d’Informazione Visti (VIS)

I Visti di Ingresso concessi dalle rappresentanze diplomatiche italiane sono basati nella normativa tanto comunitaria, quanto nazionale e attualmente sono di due tipi:

  • VISTO SCHENGEN COMUNITARIO: permette l’ingresso nel territorio degli Stati Membri che hanno firmato il Trattato di Schengen: Austria, Belgio, Repubblica Ceca, Danimarca, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Estonia, Finlandia, Francia, Grecia, Ungheria, Italia, Lettonia, Lussemburgo, Malta, Germania, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, ,Svezia, Norvegia e Islanda. La permanenza dello straniero è limitata a 90 gg a semestre, sommando i periodi di soggiorno in ognuno dei paesi. Questo visto é concesso, prevalentemente, per motivi di Turismo, Affari, Studio Visita a Famigliari, Cure Mediche, Gare Sportive e Manifestazioni Artistiche.
  • VISTO NAZIONALE: destinato ad autorizzare l’ingresso e la residenza del richiedente in territorio italiano per um periodo superiore a 90 gg e, normalmente, è concesso per motivo de Adozione Internazionale, Lavoro Subordinato, Lavoro Autonomo, Attività Sportiva, Studio, Motivi Religiosi e Ricongiungimento Familiare.

CITTADINI BRASILIANI
I cittadini brasiliani non necessitano di un Visto Schengen per un soggiorno in Italia sino a 90 gg. Questo, però, non significa che l’ingresso nello spazio Schengen sia automaticamente autorizzato perché, anche qualora l’interessato sia in possesso di un visto, la sua entrata è soggetta alla discrezione delle autorità di frontiera. In caso di controlli alla frontiera, potranno essere richieste maggiori informazioni e/o documenti relativi al titolare del passaporto/visto che comprovino la sua disponibilità economica, reale motivazione del viaggio, luogo di accoglimento durante la permanenza, possesso di un’assicurazione sanitaria valida e l’effettivo periodo di permanenza.

CITTADINI DI ALTRE NAZIONALITÀ RESIDENTI IN BRASILE
I cittadini stranieri, residenti in Brasile, devono informarsi sull’obbligatorietà del visto per fare ingresso nello spazio Schengen presso le agenzie di viaggio, la compagnia aerea con la quale voleranno, le Missioni diplomatiche, il Consolato italiano più vicino alla propria residenza, od anche sul Website del Ministero degli Affari Esteri italiano.

DOCUMENTI
La richiesta di visto, tanto del tipo Schengen quanto Nazionale, deve essere presentata in consolato dall’interessato (o dal responsabile in caso de minori), con buona antecedenza riguardo alla di partenza. In linee generali, tutte le richieste di visto dovranno avere allegata la documentazione sotto elencata:

  • Il modulo di richiesta di visto debitamente compilato e firmato;
  • Il passaporto o documento de viaggio valido (validità minima superiore di 90 gg riguardo alla data di termine del visto);
  • Due foto recenti 3 X 4 cm (colorate con fondo chiaro – vedere qui il modello);
  • Prenotazione del volo;
  • Trattandosi di minorenne: documento que attesti l’autorizzazione all’espatrio del/dei genitore/i o del tutore responsabile;
  • Comprovante di residenza nella circoscrizione consolare in nome dell’interessato (conto energia elettrica, fornitura acqua, gas o telefono fisso). Alternativamente può essere presentata una dichiarazione del “Tribunal Regional Eleitoral” con l’indirizzo di residenza;
  • L’equivalente in Reais, in contanti, per il pagamento della tassa corrispondente ad € 60,00 o 116,00;

Coloro che non siano cittadini brasiliani residenti in questa circoscrizione consolare (Rio de Janeiro e Espirito Santo), oltre ai documenti qui sopra, dovranno presentare copia della carta di identità brasiliana per stranieri.

Per conoscere la documentazione specifica relativa alle tipologie di visto più richieste, consulta il testo “Documenti  per le principali tipologie di Visto” raggiungibile con il link a fine pagina.

IL CONSOLATO GENERALE D’ITALIA SI RISERVA IL DIRITTO DI RICHIEDERE DOCUMENTI SUPPLEMENTARI SEMPRE QUE CIÒ SIA CONSIDERATO NECESSARIO.

Quando il viaggio include vari Stati-Membro del Trattato di Schengen l’interessato non dovrà richiedere un visto per ogni paese che visiterà, ma farà richiesta di visto presso l’Ambasciata o un Consolato del paese dove soggiornerà più a lungo.

Nel caso esistano figli iscritti sul passaporto dell’interessato, dovrà essere richiesto un Visto per ciascuno di questi familiari che accompagnerà il titolare nel viaggio.

Per maggiori informazioni oltre a consultare il Website del Ministero Affari Esteri italiano ed i link a fondo pagina, è possibile contattare il nostro Settore Visti scrivendo all’indirizzo elettronico: visti.riodejaneiro@esteri.it